Archivi categoria: Pani e lievitati in genere

La crescia brusca detta di Pasqua…

La crescia brusca, detta torta di Pasqua, o pizza di Pasqua, non ha nulla a che vedere con la piadina, o la pizza, o con un dolce. Si tratta di una specialità salata e con formaggio, fatta a mò di panettone natalizio (solo per la forma). Questa specialità detiene un posto molto importante nella gastronomia delle Marche, soprattutto nel pesarese e nell’anconetano: “Crescia elevata a capolavoro gastronomico” è la definizione dei buongustai che la provano. Ora io vi posto la ricetta di mia madre, che come fornaia per una vita, e prima di lei mia nonna e prima ancora la mia bisnonna, hanno sempre impiegato: (una volta i formaggi erano usati con parsimonia e l’olio non si usava, ma solo strutto) Per 1 kg. di farina: 10 uova grandi.; 100 gr. di strutto (o burro); 150 gr. di olio buono; 300 gr. di grana grattugiato; 100 gr. di pecorino semisecco grattugiato; 100 gr.di grana e pecorino freschi a cubetti; 50 gr. di lievito di birra sciolto in un pò di acqua tiepida; sale 30 gr; pepe nero macinato al momento 1 cucchiaino abbondante e se la trovate 1/2 bustina di Saporita; Amalgamate al lievito sciolto in poca acqua tiepida con le uova, quindi unite la farina, dopo aver ben lavorato il’impasto amalgamate i formaggi grattugiati, il sale ed il pepe e La Saporita, a seguire l’olio e lo strutto, tutto l’impasto deve essere morbido come fosse un ciambellone… Preparate le ciotole, o teglie da forno imburrate ed infarinate, dividete l’impasto occupando max mezza teglia…. Lasciate lievitare, ben coperta, per almeno due ore, due ore e mezzo, cuocete in forno a 200-220 gradi per 45-55 minuti; a cottura ultimata (è sempre valido il sistema dello spiedino infilato) lasciare riposare 20 minuti e quindi sformare. Avrete in casa un profumo che non ha pari!

Annunci